Approfondimenti utili per capire meglio

Come allestire uno stand in fiera

stand fiera

Le aziende partecipano alle fiere di settore, grandi o piccole che siano, per un solo motivo: sviluppare il proprio business, il che significa vendere direttamente, recuperare contatti di potenziali clienti, mettere le basi per creare nuovi legami e rafforzare quelli esistenti con i partner.

Lo stand, per tutte le giornate dell’evento, è la propria casa, come tale deve essere pensato per essere accogliente, comodo, pratico, mettere in evidenza gli elementi fondamentali che rispecchino la filosofia aziendale, massimizzare il ritorno sull’investimento.

Allestire uno stand in fiera non vuol dire semplicemente occupare lo spazio acquistato con un sacco di arredamento, scaffali, oggetti, sedie, tavoli, ma pensare ad un allestimento che sia in grado di attrarre il pubblico dei visitatori in modo da farli interagire con la struttura e con il personale presente.

Uno stand di successo è quello che alle spalle ha una progettazione attenta e specifica in ogni particolare, questo per migliorarne il rendimento e l’opportunità di massimizzare la spesa.

Gli allestitori fieristici sanno benissimo come concretizzare il pensiero delle aziende e creare un progetto per lo stand in fiera che sia concretamente in grado di valorizzare al meglio l’azienda, sviluppandolo seguendo il piano strategico definito.

La scelta dell’illuminazione, degli arredi interni dello stand, dell’altezza rispetto alla concorrenza, della tecnologia da utilizzare, la scelta dei colori, il posizionamento delle scritte e degli elementi che possono scatenare l’interazione con il pubblico, sono fondamentali per allestire uno stand in fiera.

Improvvisare la realizzazione dell’allestimento solo per risparmiare è molto probabile che porti ad un insuccesso totale, il fai da te può andare bene in caso di piccole manifestazioni dove gli spazi da allestire sono davvero piccoli e non c’è modo di creare o sviluppare strutture particolare, ma anche in questi casi è importante pensare a come massimizzare il potenziale ritorno.

Posizionare degli elementi in modo errato, anche con minimi errori, può risultare un danno economico notevole per le aziende, visto che la partecipazione agli eventi di settore richiede spese non di poco conto.

Quali sono le basi di un progetto per allestire con successo uno stand in fiera?

Bisogna prima di tutto pensare a ciò che si vuole far visualizzare maggiormente, quali sono i punti cardine e gli obiettivi della presenza aziendale che si vogliono raggiungere.

Se hai dei prodotti da mostrare pensa a delle scaffalature sulle pareti oppure tavoli dove appoggiare dei campioni, sfrutta le luci per illuminarli e attirare l’attenzione del pubblico, se i tuoi prodotti sono dei macchinari oppure degli oggetti molto grandi come mobili oppure auto, crea degli spazi che riprendano situazioni e ambientazioni reali.

Se la tua azienda si occupa di servizi, molto probabilmente avrai bisogno di mostrare cosa puoi fare per i potenziali clienti, in questo caso potrebbero essere utili degli schermi multimediali, dei simulatori, implementare soluzioni di realtà virtuale o aumentata.

Se vuoi accogliere comodamente il pubblico nel tuo stand, crea uno spazio dove le persone possano sedersi e con cui puoi colloquiare tranquillamente lontani dal troppo caos dell’evento, in questo caso ti potranno servire tavoli, poltrone, divani e arredi che possano creare uno spazio convention oppure una zona relax all’interno dell’allestimento.

Allestire uno stand in fiera non è semplice, tutto deve seguire un piano e delle regole precise per rendere profittevole l’investimento fatto per partecipare, affidarsi al caso è spesso sinonimo di fallimento o di non riuscire a raggiungere gli obiettivi prefissati.

Per ottenere il massimo sarebbe meglio affidarsi ad allestitori specializzati e professionisti che sappiano quali siano le principali difficoltà da affrontare e siano in grado di trovare sempre la soluzione più adatta per le esigenze aziendali.