Approfondimenti utili per capire meglio

Quali sono i materiali più adatti per costruire una casa antisismica?

materiali casa antisismica

Per costruire una casa antisismica sicura non solo sono necessarie specifiche metodologie, ma sono fondamentali i materiali che vengono adoperati. Scopriamo di seguito quali sono i più adatti per dare vita a una struttura solida, capace di resistere a forti scosse di terremoto.

Materiali di qualità per una ristrutturazione ottimale

Riuscire a costruire una casa antisismica è necessario per far fronte agli innumerevoli oscillamenti tellurici sempre più difficili da prevedere. Vi sono delle norme sempre più aggiornate soprattutto per gli ultimi tragici eventi verificatisi negli ultimi anni in numerose regioni del nostro Paese, che prevedono la necessità di riqualificare il proprio edificio sia esso pubblico o privato con materiali altamente idonei. Tra gli elementi basilari per dare fondamenta robuste e sicure ad una casa antisismica figurano: l’acciaio, il legno, il calcestruzzo armato, la muratura portante. Ogni soluzione, ovviamente, deve essere studiata in profondità e scrupolosamente prima di apportare determinate modifiche.

Tra le regole principali da tenere presente prima di avviare una ristrutturazione vi è quella di selezionare sempre materiali di qualità. Strutture edificate con pietre, tufo, laterizi hanno evitato distruzioni di edifici nel corso di violenti terremoti. Nel corso del tempo è stato notato come accanto alla buona scelta dei materiali diventa davvero importante anche controllare l’uso che di essi viene fatto. Rispettare le proporzioni, le geometrie, il sistema di posa che viene eseguito è, dunque, fondamentale, affinché si crei l’armonia necessaria per consolidare una casa antisismica.

L’intelligente e saggia regolarità della geometria di un’abitazione, ad esempio, legata ai migliori materiali esistenti porterà inevitabilmente a contrastare le dannose azioni torcenti che possono verificarsi durante forti scosse di terremoto. Per tale ragione durante la fase di costruzione la posizione dei pilastri e delle travi deve evitare situazioni errate capaci di minare la stabilità di un edificio.

I materiali più indicati per costruire una casa sicura

Il legno è uno dei materiali più utilizzato per realizzare case antisismiche sicure. Questo materiale, infatti, è leggero e altamente flessibile, capace di supportare senza alcuna difficoltà ampi oscillamenti della terra. Il legno grazie alla sua elevata elasticità dimostra una straordinaria resistenza meccanica, che va a respingere le sollecitazioni della terra. Nel corso di un terremoto è stato osservato che le case in legno tendono sì a deformarsi, ma mai a distruggersi, riuscendo in questo modo a dissipare l’energia sismica. Tra i migliori materiali che vengono adoperati per riqualificare le strutture ritroviamo il legno lamellare X-Lam. Si tratta di un elemento perfetto anche per isolare termicamente e acusticamente un edificio.

Anche l’acciaio come il legno è un materiale eccellente per costruire una casa resistente alle scosse di terremoto. Si dimostra, tra le altre cose, anche un materiale duttile, di facile e rapido utilizzo. L’acciaio zincato a caldo sta diventando, dunque, la base portante di molte soluzioni che dimostrano una notevole resistenza al collasso. Non bisogna trascurare il fatto che questo elemento è ancora sotto certi versi ancora economico sul mercato.

Un altro materiale che risulta molto adatto per costruire case antisismiche, è l’EPS ( polistirene espanso sinterizzato), un materiale molto leggero che consente di ridurre al minimo le sollecitazioni sugli elementi strutturali e sulle fondamenta durante un evento sismico. Utilizzare solai e muri in EPS consente di costruire strutture dotate di un’elevata resistenza sismica, inoltre, il peso ridotto garantisce una grande maneggevolezza nel cantiere e un consumo ridotto di calcestruzzo.